4 ottobre 2010

Going to.

Ridere, ridere, ridere.
Le risate trattenute, le risate condivise, le risate che esplodono.
Le risate di cuore. Quelle che poi piangi, e ti fanno male la pancia e le guance.
Amo le risate delle persone care, dei miei amici.

Amo sentirla ridere, guardare il viso che le si illumina e gli occhi che risplendono.

Amo sentirlo ridere, al telefono, mentre va incontro alla vita.

2 commenti: